spotify-connect     

Margherita
Ripenso ai tuoi occhi
E lo sa il cielo quanto mi piaci
Misteriosi anche per i tarocchi
Fra le luci del viale e i tuoi baci
Siamo fuggiti
Con una bici senza freni
Tu che stringevi le mie mani
E i nostri detti un po’ lombardi e un po’ romani
Che mettevano allegria

Margherita
Mentre la sbornia andava via
Per colazione una poesia
Ed io che ti credevo mia
Ti cantavo
Una canzone senza rabbia o religione
Cosa strana
Per chi vive d’illusione

E quando scoprimmo
Che solo peccando
Avremmo svelato
Il mistero del mondo
Tu nuda e fatata
Sembravi un dipinto
Ed io che ti ho amato
In un solo secondo

Margherita
Dimmi quale è la ragione
Che ti ha spinto ad ammazzarmi
Dentro ai tuoi pensieri strani
Troppo pieni di sofismi
Ed i mille sforzi vani
Per cercare di salvarmi
Dalla notte e i suoi fantasmi
E da tutti i tuoi egoismi

E quando scoprimmo
Che solo peccando
Avremmo svelato
Il mistero del mondo
Tu nuda e fatata
Sembravi un dipinto
Ed io che ti ho amato
In un solo secondo

(Certe canzoni nascono in una notte, così come
certi amori vivono di attimi ma sembrano
racchiudere delle verità essenziali.
Grazie a questa canzone, e all’aiuto di LeLe
Battista, a Milano è tornata La Scapigliatura.)